Regole per creare una password robusta - Non Posto Apposta

NON POSTO APPOSTA

Il primo garante della privacy sei tu !

Il primo garante della privacy sei tu !

Vai ai contenuti
Tutorial > Varie
  Come creare una password robusta   

Chiunque di noi si è trovato di fronte alla necessità di inventare una password. Purtroppo questo ai giorni nostri capita molto spesso e, per pigrizia o per paura di dimenticare, si tende a creare password non particolarmente complesse.
Per gli stessi motivi si è spesso soliti utilizzare la stessa password in più occasioni. Nulla di più sbagliato !!!

Se da un lato questo è comodo, dall'altro ci espone a grossi rischi di furto d'identità. Per contrastare questo rischio, le banche in particolare, fanno ricorso a sistemi di autenticazione a due fattori mentre in altri casi i sistemi inviano subito alert in caso di accessi effettuati da IP o computer diversi da quelli usati abitualmente.

Tutte cose molto utili ma che non devono esimerci dalla nostra responsabilità di tutelare per primi la nostra sicurezza creando password robuste e univoche.

In questo articolo vediamo alcuni consigli su come fare:

1) Le password dovrebbero avere una lunghezza di almeno 8-10 caratteri, all'aumentare della lunghezza diminuiscono drasticamente le possibilità di indovinarla per tentativi

2) Utilizzare lettere maiuscole e minuscole, mettendo la maiuscola non necessariamente come prima lettera.

3) Includere almeno un carattere speciale tipo: ! $ ? # = * + - . , ; :

4) Utilizzare acronimi ricavati da frasi che si ricordano facilmente, ad es. : "Mi piace molto la pizza ai 4 formaggi !" diventa "Mpmlpa4f!"

5) Sostituire alcune lettere con caratteri corrispondenti, ad es. $ per S, 4 per A, 0 per O, ecc.

Cosa evitare

Analogamente ai consigli su cosa fare, ci sono anche dei suggerimenti su cosa non fare.

1) Questo lo abbiamo già detto ovvero non usare la stessa password per più account

2) Non usare la password che ho consigliato al precedente punto 4 ! Più in generale se leggete altri articoli che vi danno suggerimenti su come costruire una password, recepite i suggerimenti ma createvi la vostra password personale senza riutilizzare quella illustrate nell'articolo.

3) Non usare dati personali come il proprio nome o anche quello di famigliari

4) Analogamente al precedente punto, non usare date di nascita

5) Più in generale è buona norma non utilizzare parole presenti nel dizionario poichè esistono su Internet è facile trovare dei "meccanismi" che sono programmati per tentare di indovinare le password utilizzando il dizionario

6) Non usare sequenze della tastiera tipo "asdf" o sequenze numeriche tipo "1234"

Come custodire la password

Una volta creata, la password deve essere opportunamente custodita. Anche in questo caso valgono alcuni consigli, dettati essenzialmente dal buonsenso:

1) Non comunicare a nessuno (ma proprio a nessuno) le proprie password neanche attraverso innocenti affermazioni tipo "Io uso sempre la stessa password...", "Metto il codice del bancomat perchè così mi ricordo...", "Uso il nome del mio cane perchè così mi ricordo..." Può far sorridere ma affermazioni tipo queste sono all'ordine del giorno e sono vera manna per chi opera il cosiddetto "Social engineering"

2) Non lasciare post-it appesi con le proprie credenziali. Non aggiungo altro

3) Evitare di inviare le password tramite posta o altri canali non protetti

So che di articoli come questo ce ne sono a migliaia ma, come si suol dire, "Repetita iuvant" !

Il primo garante della privacy sei tu !
ULTIME DAL BLOG
01 AGO 2019 / BLOG
Non è solo Siri ad ascoltarci ...
18 GIU 2019 / BLOG
9 seconds App ...
16 MAG 2019 / BLOG
Sedicenne suicida per Instagram ...



MENU
2018-2019 - NON POSTO APPOSTA
Torna ai contenuti